Editoriali

Marchionne, «uno di loro» – Franco Amatori

Marchionne, «one of them»
The Editorial offers a profile of Sergio Marchionne, the manager who led Fiat from 2004 until his untimely death in 2018. Marchionne’s story is first of all located within the evolution of American management as it was the world from which he came. Particular attention is devoted to his strategy for rescuing Fiat, which is then placed in a wider context with the merger with Chrysler. His years at Fiat were marked not only by great successes but also by harsh conflicts with some important components of the trade unions. He also showed notable skills in confrontations with political leaders in both Italy as well as in the US. Marchionne was the typical manager who operated in a modern globalized world and he showed impatience whenever he encountered “local restrictions” to his strategies. While he obtained important results on the financial side, it remains unclear if they will be sustainable in the longer term.

Key words: Sergio Marchionne, Fiat, American management, FCA
Parole chiave: Sergio Marchionne, Fiat, Management americano, FCA

Nelle borse di mezzo mondo si scommetteva su questo braccio di ferro e la maggioranza era pronta a dire che, alla fine, la General Motors non avrebbe mollato: piuttosto sarebbe andata in tribunale. Un banchiere milanese, che conosceva bene il personaggio, mi disse invece: «gli americani pagheranno. Lo so perché, vedi, anche noi conosciamo l’inglese, abbiamo fatto i nostri bravi master negli States, e sappiamo come si conduce una trattativa. Ma Marchionne è uno di loro. Sa come spaventarli. Sa come mandarli a fan… nella loro lingua e non ha paura di giocare pesante»
(G. Turani, Gli ultimi giorni della Fiat, Sperling & Kupfer, Milano 2010, pp. 3-4)

Il conflitto a cui si allude nella citazione è conseguenza dell’accordo stipulato nel 2000 fra la Fiat e la General Motors, che prevedeva l’acquisto del 20% delle azioni Fiat da parte del gigante americano, con l’obbligo, per la GM, di acquistarle tutte dopo cinque anni, qualora la Fiat lo avesse richiesto. Quando Sergio Marchionne assunse la carica di amministratore delegato della Fiat, il 1° giugno 2004, la GM non aveva alcuna intenzione di onorare il contratto.

“Passato e Presente”, 106/2019

Leggi l’intero editoriale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...