Editoriali

50 anni di ’68 – Gianpasquale Santomassimo

Fifty years on 1968
1968 seems more than ever a watershed, a turning point in history, with a clear “before” and “after”. This applies to politics, behaviours, mentalities, the relationship between the sexes, music, cinema, art. The distance which separates us from the events allows us to discuss 1968 in historical terms, in a rather more serene and considered manner than was previously the case, when acritical exaltation or posthumous damnation was the norm. The first global event in history, it had a planetary dimension and a complex relationship with the politics of the times. It was also the end of an era, the 1960s, in which a whole generation felt it possible to dream of, and to achieve, unlimited conquests for humanity.

Key words: 1968, Youth culture, Politics, Contestation, The left, Liberation
Parole chiave: 1968, Giovani, Politica, Contestazione, Sinistra, Liberazione

A distanza di un cinquantennio il ’68 appare sempre di più un tornante, una data periodizzante, che fissa un prima e un dopo. Nella politica, nel costume, nelle mentalità, nel rapporto tra i sessi, nella musica, nel cinema, nell’arte. Non solo nella memoria di chi l’ha vissuto, ma anche di chi si dispone a valutarne l’impatto, qualunque sia il suo atteggiamento, critico o empatico di fronte all’evento. L’anniversario è stato celebrato in Italia e nel mondo con evidente risalto, anche se con rilievo e intensità inferiori rispetto a quanto era emerso in occasione del ventennale o del trentennale. Abbiamo avuto certamente rievocazioni, memorie, bilanci, spesso sbrigativi ma a volte ragionati e articolati. La quota immancabile di “reducismo” è stata un prezzo obbligato da pagare, anche se in forme meno invadenti rispetto alle celebrazioni del passato, a fronte di una platea di “protagonisti” dell’evento che tende fisiologicamente a ridursi, e che appare in evidente difficoltà nello stabilire una interlocuzione con le nuove generazioni. Aspetti particolari e specifici di quei movimenti, anche a livello locale, sono stati al centro di numerosi convegni, di cui si potrà parlare con cognizione solo al momento della pubblicazione degli atti.

“Passato e Presente”, 107/2019

Leggi l’intero editoriale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...